La viticoltura in Val Venosta

La Val Venosta è la più piccola zona coltivata dell’Alto Adige, attualmente ca. 80 ettari di superficie dedicata alla viticoltura.

Varietà DOC della Val Venosta: Pinot Bianco, Chardonnay, Ruländer (Pinot Grigio), Riesling Renano, Müller Thurgau, Kerner, Gewürztraminer, Schiava e Pinot Nero.

I vigneti si trovano per lo più sul lato sud/sud-ovest del Monte Sole ca. fra i 500 e gli 800 m s.l.m. su terreni piuttosto aridi, sabbiosi e ben drenati, composti principalmente da scisti e gneiss sgretolati. Il clima in questa zona è favorevole: con poche precipitazioni, molte ore di sole ed una elevata escursione termica giornaliera.

La posizione in parte scoscesa delle vigne permette, nelle spesso gelide notti di aprile e maggio, che il freddo scivoli verso il basso e fornendo così protezione contro i danni causati dal gelo.

Le varietà in ordine discendente di disponibilità: Schiava, Pinot Nero, Pinot Bianco, Müller Thurgau, Zweigelt e Riesling.

Attualmente abbiamo a disposizione varietá più antiche come Fraueler, Blatterle o Heunische, anche se le quantità disponibili sono minime.

A differenza delle regioni vitivinicole più calde dislocate più a meridione fra i vini venostani predominano “toni più freschi”:

vini semplici, ma rigorosi emergono con grande fascino.

In Val Venosta si possono trovare sia aziende che commerciano in questo settore che viticoltori che rivendono le proprie uve alle cantine limitrofe.

Come nelle restanti aree vitivinicole dell’Alto Adige, negli ultimi decenni si è verificata anche in Val Venosta una piccola rivoluzione per quanto riguarda viticoltura ed enologia. C’è ora un occhio di riguardo per i più recenti sistemi di coltivazione e di lavoro in vigna. Si adottano le più moderne tecnologie di vinificazione ad esempio con pressatura soffice, con fermentazione a temperatura controllata; cresce la varietà di uve bianche affinate in vasche di acciaio e aumentano i vini rossi di qualità che vengono lasciati invecchiare in botti di legno.

Nonostante tutta questa modernizzazione si possono comunque scovare ancora numerose pergole pittoresche con piccole capanne dedicate alla vinificazione che invitano a rilassarsi e a sognare.